Collaborazione tra Microsoft e Snam per Cloud e Intelligenza artificiale

I due colossi internazionali della tecnologia e dell’energia hanno da poco siglato un accordo che li vedrà interagire assieme sul fronte dei servizi Cloud coniugati con l’intelligenza artificiale. Da anni, Microsoft e Snam sono impegnate nello sviluppo e nella creazione di brevetti rivolti alla possibilità concreta e reale di sfruttare il progresso tecnologico nel pieno delle possibilità.

Dalla straordinaria opportunità di basare un loro esercizio di funzione sull’IoT, passando per l’occasione di coniugare tradizione ed innovazione, fino ad arrivare alle nuove garanzie sull’intensificazione delle reti energetiche, sono davvero tanti i punti d’incontro che si sono creati tra queste due fenomenali realtà, tanto da stravolgere i piani esecutivi di entrambe le aziende.

America e Italia per uno sviluppo costante

Quello che si è venuto a creare ultimamente tra America e Italia rimane, sul piano tecnico, un notevole tentativo di equilibrio tra due realtà tanto attive, quanto decisamente distanti sul mercato. Ed ecco che i vertici delle società hanno deciso di incontrarsi a Milano per siglare un grande accordo che li vedrà collaborare insieme per lo sviluppo di nuove tecnologie, tutte rigorosamente in linea con la realizzazione di nuove reti energetiche e l’intensificazione delle infrastrutture e dei trasporti.

Accordo tra Snam e Microsoft

Un particolare sguardo al futuro è stato dato, in questo senso, soprattutto da Microsoft, la quale ha sempre dimostrato di avere a cuore le aspettative della nuova era dell’informatica, dell’Internet of Things, dell’innovazione scientifica e del futuro della rete in generale. Il patto stipulato avvierebbe, così, un lungo ma costante processo di sviluppo tra due grandissimi Paesi.

Economia, ambiente e sicurezza, il ruolo di Snam

Nell’ottica di un miglioramento globale dei parametri economici in ambito nazionale ed internazionale, della tutela dell’ambiente e della sicurezza a trecentosessanta gradi, la Società Nazionale Metanodotti ha deciso quindi di sfruttare i nuovi mezzi a disposizione per rendere grande una realtà che già si era presentata agli occhi degli osservatori attenti ampiamente ricca di possibilità. La società italiana, con sede primaria a San Donato Milanese, guida con grande autonomia e determinazione il processo di evoluzione dettato dall’opportunità oggettiva di sfruttare nuove tecnologie considerate rigorosamente a passo con i tempi. Con il Cloud di Microsoft Azure, come Azure IoT Central, i sistemi di interconnessioni di dati multimediali e i vari applicativi dedicati all’RFID costituiscono gli esempi lampanti di una vera e propria rivoluzione già annunciata in passato dalle parti coinvolte.

Snam, Microsoft e la “Tech Intensity Area”

Secondo quanto si apprende dalle dichiarazioni rilasciate alla stampa da parte della CEO di Microsoft Satya Nadella, quello che in questo ultimo periodo si è verificato tra il colosso statunitense e la società italiana dell’energia segnerà sul piano tecnico un’importante novità, soprattutto in ottica di una ben auspicata innovazione digitale. Concetti che sono alla base dell’Internet of Things, dell’Artificial Intelligence e i servizi Cloud saranno quotidianamente messi sotto i riflettori, almeno fino a quando non sarà garantita una certa stabilità nell’ambito di una vera e propria rinnovata cultura digitale.

Francesco Fusco

Francesco Fusco

Da sempre appassionato di informatica, economia e tecnologia, con particolare predilezione per NFC, UHF e blockchain.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *