Una soluzione RFID per perfezionare la sicurezza delle ferrovie olandesi

La sicurezza sul lavoro e dei trasporti sono tematiche fondamentali per un Paese avanzato come quelli europei, ragion per cui in Olanda è stato avviato uno studio per la ricerca di nuove soluzioni per la manutenzione delle reti ferroviarie.

Lo scopo è quello di rinforzare i sistemi di ingranaggio e di meccanica su cui transitano i treni. Pertanto, sono stati ideati sistemi di monitoraggio e misurazione delle infrastrutture e tracciamento delle dinamiche della rete ferroviaria.

Una valida soluzione è stata approntata dalla società La Voestalpine Track Solutions, che ha studiato a fondo la questione e ha adottato nuove tecniche per quanto attiene le reti ferroviarie.

Gli obiettivi della soluzione RFID sono:

  • ottimizzare i sistemi della rete ferroviaria;
  • risolvere anticipatamente i problemi;
  • consentire di eliminare eventuali anomalie con riparazioni e manutenzione costante.

A seguire un breve quadro sui sistemi di controllo della linea ferroviaria e i relativi risultati.

L’evoluzione del sistema di gestione delle infrastrutture ferroviarie

Inizialmente, la logistica ferroviaria era caratterizzata da un controllo di tipo manuale. Era evidente l’esigenza di automatizzare in qualche modo i sistemi di controllo e gestione delle risorse.

Si è quindi passati all’introduzione di un sistema basato su Tag RFID attivi, installati su ogni vagone. Questo sistema ha indubbiamente migliorato la parte relativa all’automazione dei processi, ma si è rivelato particolarmente costoso, anche per il notevole numero dei Tag che devono essere implementati.

Si è quindi passati a Tag RFID passivi, che non necessitano di alimentazione, installati in punti chiave della rete. I Tag scelti sono I Confidex Ironside Classic, un prodotto robusto e piuttosto noto nel settore.

La misurazione avviene mediante il passaggio del treno: l’attrito della ruota fa scattare la misurazione. Tutte le informazioni vengono raccolte in un database.

Grazie ad un sistema informatico, ossia un software ideato per la gestione dei dati, è possibile individuare irregolarità in tempo reale.

La tecnica in questione comporta misurazioni più complesse in ambienti ferroviari articolati. In questi tratti, è richiesta una tecnica fatta con una struttura in gomma collegata ad una parte meccanica.
Si tratta di un metodo di misurazione capace di resistere agli sbalzi atmosferici e alle vibrazioni tipiche del transito ferroviario.

Caratteristiche e risultati

Le tecnologie impiegate nel settore ferroviario rappresentano strumenti utilizzati in diverse fasi.
In particolare, il sistema rivela possibili anomalie e cerca di garantire una manutenzione ordinaria o straordinaria in tempi record.

In questo modo si cerca di evitare problemi più gravi e si minimizza la possibilità di incidenti ferroviari.
Attraverso questi ingranaggi è possibile garantire la sicurezza dei passeggeri e delle merci tramite il transito dei treni.

Voestalpine è riuscita ad ottenere un riscontro positivo in termini di costi operativi, in particolare, con l’introduzione dell’implantologia passiva del tipo RFID.

Confidex: qualche informazioni nel dettaglio

Per coloro che ancora non conoscono Confidex, dal 2005 il nome è legato alla produzione di robuste soluzioni RFID per il settore dell’automazione industriale, in particolare l’automotive.

L’affidabilità dimostrata dai loro prodotti ha portato a numerosi feedback positivi e all’adozione dei loro Tag per le più disparate applicazioni industriali. Oltre alla robustezza dei Tag RFID, Confidex ha un occhio di riguardo per la sostenibilità, che in questo settore è un argomento piuttosto delicato.

Attualmente si contano circa 200 milioni di impianti con prodotti Confidex in tutto il mondo.

Foto: Eurostar E320 4013-4014 pronto per un test drive presso la stazione di Arnhem, di Rob Dammers (modificata)

Gabriele Barbesta

Da anni si occupa di tecnologie RFID, con particolare interesse per l'NFC e le sue applicazioni nel mondo sia business che consumer.

Lascia un commento