Una soluzione di monitoraggio in tempo reale per il beverage

Arrivano interessanti novità dal settore del beverage, dopo l’annuncio da parte dei tedeschi di Feig Electronics dell’integrazione di una soluzione di monitoraggio RFID ad alta velocità per le aziende il cui business è collegato al beverage. La società tedesca ha parlato della nuova implementazione alla conferenza annuale RFID Journal Live.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra Feig Electronics e il partner Dorcia Engineering, società statunitense fondata poco più di 10 anni fa e che ha sede nello Stato federale dell’Illinois.

Obiettivo: massimare la produzione riducendo gli sprechi

La soluzione di monitoraggio in tempo reale per il beverage presentata da Feig Electronics e il partner Dorcia Engineering si pone come obiettivo quello di massimizzare la produzione e, contemporaneamente, di ridurre gli sprechi andando a diminuire in maniera sensibile i riavvii delle macchine.

Inoltre, stando alle dichiarazioni dei diretti interessati, lo strumento basato sulla tecnologia RFID aiuterà le aziende che operano nel settore del beverage a mantenere costantemente i livelli di uptime al limite della perfezione. Tutto questo sarà possibile grazie al monitoraggio di Dorcia Engineering degli eventuali problemi che possono verificarsi sulle macchine adibite al processo del beverage.

L’importanza del beverage nell’economia

Perché i tedeschi di Feig Electronics hanno puntato sulla partnership con gli americani di Dorcia Engineering per implementare la tecnologia RFID nel beverage? In primis, per andare a coprire quella che può essere definita come una vera e propria mancanza, dal momento che l’RFID non è ancora così presente come in altri ambiti.

Inoltre, la scelta di Feig Electronics e la stessa Dorcia Engineering è stata dettata da un’approfondita analisi di mercato, che pone il beverage come uno dei settori in maggiore ascesa negli ultimi anni. In questo senso, i numeri parlano chiaro: la crescita annuale del beverage, a livello internazionale, è stimata tra il 3 e 4%. Le vendite di analcoloci, nel solo anno 2019, hanno raggiunto l’enorme importo pari a 1 trilione di dollari (dati estrapolati dal report The World Counts).

Senza contare la crescita esponenziale del valore attribuito ai distributori di bevande, che nel 2019 hanno raggiunto una cifra elevatissima: 250 miliardi di dollari. Per capire l’importanza di quest’ultimo numero, è sufficiente pensare che il brand Amazon vale poco meno del doppio (415,9 miliardi di dollari).

Come la tecnologia RFID può aiutare il beverage

Di solito, le aziende che vendono bevande adottano linee di riempimento ad alta velocità, capaci di rendere disponibili 2.500 articoli per ciascuna linea. Considerati i numeri di cui si sta parlando, è facile intuire come anche il minimo errore all’interno delle macchine possa causare conseguenze pesanti a livello di redditività.

Stando a una recente ricerca condotta dall’istituto Pareto, ogni anno si registrano 500 ore di inattività all’interno delle aziende del beverage. Si tratta di quasi due ore al giorno, che comportano perdite stimate in migliaia di euro per ogni ora bruciata.

Come funziona lo strumento di monitoraggio di Feig Electronic – Dorcia Engineering

La soluzione di Feig Electronic e Dorcia Engineering si basa su un monitoraggio ad alta velocità reso possibile dalla tecnologia RFID. I controlli automatici verificano che il sistema di tubo di sfiato stia lavorando correttamente.

In questo modo, si evita che l’operatore controlli lo stato del tubo manualmente ogni 30-60 minuti, causando un blocco della linea di produzione. Di conseguenza, maggiore sarà la percentuale di uptime delle macchine e più alto sarà il guadagno per le aziende che operano nel beverage.

Gabriele Barbesta

Gabriele Barbesta

Da anni si occupa di tecnologie RFID, con particolare interesse per l'NFC e le sue applicazioni nel mondo sia business che consumer.

Lascia un commento