Tag RFID in vetro per la ricerca oncologica

Smartrac, uno dei leader mondiali nella produzione di inlay RFID, ha avviato una fruttuosa collaborazione con l’Istituto Fraunhofer, un’organizzazione che riunisce 60 istituti di ricerca applicata, rappresentando così una delle realtà più importanti in Europa.

Ricerca immuno-oncologica sviluppata dall’Istituto Fraunhofer

Il ratto talpa glabro è un piccolo roditore dalle caratteristiche estremamente particolari, che negli ultimi tempi ha suscitato l’interesse dei ricercatori per la sua longevità e per l’elevata resistenza alle neoplasie.

Un esemplare di ratto talpa glabro

L’Istituto Fraunhofer di Lipsia (Germania), specializzato negli studi di immunologia e terapia cellulare, ha perfezionato una collaborazione con Smartrac relativamente a tali campi di ricerca, allo scopo di analizzare sempre meglio i problemi di citotossicità delle cellule tumorali.

Utilizzando il sistema d’impianto “Intrace Syringe” di Smartrac, con i Tag di vetro più piccoli attualmente disponibili, l’Istituto Fraunhofer garantisce in tal modo la massima protezione ai soggetti-cavia.

Questo Istituto, diventato famoso a livello mondiale per l’invenzione primaria dello standard di compressione audio MP3, è impegnato in studi specifici dell’interfaccia tra ingegneria, medicina e scienze biologiche.

Tra le varie aree di ricerca dell’Istituto un posto di primo piano è quello della immuno-oncologia, oltre che dei processi di invecchiamento cellulare e dell’analisi funzionale del micro-bioma.

Questo ratto talpa è un animale che si presta molto bene a questi settori scientifici in relazione al fatto che vive fino a trent’anni, al contrario di altri mammiferi simili (come la cavia), che non arrivano a otto anni.

Inoltre le cellule del roditore sembrano assolutamente immuni dall’attacco degli oncogeni, non subendo alcuna trasformazione anche dopo procedimenti sperimentali.

L’anatomia di questi piccoli animali non favorisce la possibilità di classificarli poiché le loro orecchie non sono in grado di sostenere i tradizionali marchi auricolari di riconoscimento; inoltre le loro abitudini esistenziali (vivono infatti in colonie di oltre 40 esemplari dentro a labirinti di vetro) contribuiscono a renderne particolarmente difficile la gestione.

Collaborazione dell’Istituto Fraunhofer con Smartrac

Smartrac ha fornito all’Istituto dei supporti estremamente funzionali per il riconoscimento degli animali da esperimento; mediante l’impiego di piccolissimi “glass tag”, che sfruttano l’inserimento sottocutaneo e funzionano mediante frequenza operativa LF, le cavie vengono classificate e sono facilmente riconoscibili attraverso un innovativo lettore portatile Intrace RH5, che ne consente l’identificazione senza alcun contatto con il contenitore e senza interventi manuali.

Sfruttando tale metodologia, gli animali sono sottoposti a stimoli stressogeni di minimo impatto, confermando un insieme di requisiti ottimali, che vanno da un’estrema affidabilità alla massima comodità per i ricercatori.

Il sistema Tag Glass di Smartrac si conferma una soluzione di grande versatilità che permette di riconoscere varie specie di animali domestici, pesci e rettili, oltre che di soggetti da laboratorio e da allevamento.

Tutti i prodotti sono made in Germany e realizzati in conformità agli standard internazionali, come ISO11784/85, FDX-A e FDX-B. L’etichetta in vetro più piccola attualmente disponibile sul mercato ha dimensioni di 1,25 x 8,3 millimetri, adattandosi perfettamente ad una cannula d’inserimento con diametro esterno di 1,6 millimetri.

Il sistema “Intrace Syringe” brevettato da Smartrac trova quindi largo impiego per etichettare animali di piccole dimensioni, e viene completato dall’impiego del lettore portatile “Intrace RH5”.

In questo modo la tecnologia avanzata di Smartrac offre un validissimo supporto operativo alla ricerca scientifica di immunologia oncologica portata avanti dall’Istituto Fraunhofer.

Crediti delle foto: Smartrac N.V.

Luca Vassena

Luca Vassena

Appassionato di social media e caffè amaro. Fanatico del web e delle tecnologie RFID. Autore umilmente ambizioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *