La nuova stampante RFID portatile di SATO

Per velocizzare la stampa di etichette e ottimizzare la raccolta dati, l’azienda SATO ha integrato la funzionalità RFID in una serie di stampanti intelligenti, l’ultimo modello delle quali offre ampia flessibilità, velocità di elaborazione e notevole compattezza.

Vantaggi della nuova stampante PV3 di SATO

La PV3 di SATO è una stampante termica per etichette che si fa apprezzare per versatilità, compattezza e durevolezza. Indicata per svariate applicazioni nei settori manifatturiero, logistico e della vendita al dettaglio, la stampante da 3 pollici di SATO ha l’ulteriore pregio di essere tanto leggera e compatta da risultare portatile. Se impiegata per esempio nell’etichettatura dei campioni, la PV3 permette agli addetti di ottimizzare le operazioni e aumentare la produttività.

Caratteristiche di stampa

Il metodo di stampa termica diretta sfruttato dalla PV3 è ideale per etichette di spedizione e prodotti agro-alimentari, cioè quando il ciclo di vita delle etichette è relativamente breve, mentre la stampa a trasferimento termico è indicata per etichette destinate a durare. D’altra parte questo nuovo dispositivo a marchio SATO può stampare sia in modalità continua, sia in modalità a strappo o dispenser, con una risoluzione di 200 DPI.

Durevolezza, flessibilità e resistenza all’acqua

In quanto realizzata in resistente policarbonato con inserti in gomma, la stampante PV3 di SATO garantisce notevole robustezza, tanto è vero che l’azienda produttrice assicura che il dispositivo resiste bene a cadute da un’altezza di oltre 2 metri. La durevolezza è abbinata alla leggerezza dal momento che la stampante PV3 pesa meno di 700 grammi. La resistenza all’acqua e alla polvere la rendono perfetta per contesti come punti vendita forniti e vasti magazzini. La nuova stampante portatile di SATO offre svariate opzioni di connettività tra cui il Wi-Fi, il Bluetooth e il collegamento USB per dispositivi Android e iOS. Oltre che flessibile, è particolarmente facile da utilizzare per via dell’interfaccia intuitiva.

Alti volumi di stampa

L’elevata produttività è assicurata da una velocità di stampa di quasi 130 millimetri al secondo e dal rapido caricamento dei supporti. Gli elaborati di stampa possono essere lunghi fino a 400 mm e larghi fino a 72 mm. La compatta di SATO presenta un design perfetto anche per l’impiego in ambienti esterni come le piattaforme di smistamento merci. La tecnologia RFID consente di velocizzare ulteriormente le operazioni di etichettatura in quanto garantisce rapida identificazione dei prodotti ed estrema precisione nella raccolta dati.

Tecnologia RFID per stampanti termiche

Assicurando notevole accuratezza dei dati, è possibile velocizzarne l’acquisizione e correggere gli eventuali errori di Tag. Non a caso l’azienda SATO è stata una delle prime a sfruttare la tecnologia RFID su stampanti per etichettatura di cartoni e scatole. L’operazione è oltremodo rapida in quanto i Tag RFID vengono scritti e letti all’interno del dispositivo di SATO e immediatamente verificati. Soltanto dopo la verifica la PV3 può avviare il processo di stampa, ma tutti questi passaggi sono eseguiti in rapida successione. Ciò significa che la stampante contrassegnerà come errati i Tag guasti, prima di passare all’operazione successiva. Tutto al servizio dell’efficienza di immagazzinamento, la riduzione dei costi e la trasparenza delle informazioni.

Francesco Fusco

Francesco Fusco

Da sempre appassionato di informatica, economia e tecnologia, con particolare predilezione per NFC, UHF e blockchain.

Lascia un commento