Industria 4.0 – In Trentino un progetto innovativo che coinvolge scuola e imprese

Il futuro della tecnologia umana è basato in maniera preponderante sulle telecomunicazioni. Internet of Things, Industria 4.0, RFID, Digital Marketing, sono questi i termini che risulteranno i protagonisti assoluti di qui a qualche anno, complici gli eccezionali progressi digitali compiuti dall’uomo in merito all’evoluzione dell’elettronica e della tecnologia più in generale.

Nell’immediato futuro, infatti, assisteremo ad un legame sempre più stretto e approfondito tra il mondo digitale e gli esseri umani, con un connubio di alto livello, ad esempio, tra la scuola e l’universo lavorativo. Già, perché tra i primi campi toccati direttamente dalla rivoluzione tecnologica del terzo millennio troviamo per l’appunto l’ambiente didattico, all’interno del quale le nuove generazioni vengono cresciute in maniera tale da rapportarsi al meglio con le nuove tecnologie. Un esempio? Per creare sinergie sempre più rilevanti tra il mondo scolastico e quello del lavoro stanno nascendo in tutta Italia (e non solo) nuove opportunità, occasioni, progetti per pensare a soluzioni innovative legate all’utilizzo dei nuovi mezzi digitali e meccatronici.

Nello specifico, la meccatronica è stata proprio una delle grandi protagoniste del progetto [PRO]M CAMP 2019, promosso dal Trentino in collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler e Trentino Sviluppo. Ma che cos’è il progetto [PRO]M CAMP 2019? E in che modo ha apportato un più alto livello di innovazione in ottica scolastica e lavorativa?

I ragazzi di [Pro]M Camp all'opera
I ragazzi di [Pro]M Camp all’opera – Crediti foto

[PRO]M CAMP 2019 è il progetto ideale per far crescere e sviluppare le nuove generazioni in un ambiente saturo di opportunità dal punto di vista tecnologico. Pensato appositamente per il Trentino, ma facilmente adattabile a qualsiasi altra realtà scolastica nazionale, il progetto si occupa di integrare la meccatronica all’insegnamento scolastico, al fine sia di coinvolgere gli studenti attraverso un approccio allo studio innovativo, sia di incentivare i giovani alunni ad appassionarsi all’Industria 4.0, così da poterli avvicinare più facilmente al mondo del lavoro.

[PRO]M CAMP 2019 è stato messo a punto proprio per favorire la crescita degli studenti in un ambiente in continua evoluzione, soprattutto tenendo conto del fatto che al giorno d’oggi la tecnologia è integrata in maniera profonda con gli esseri umani. Alla luce di tutto ciò, si deduce facilmente come il progetto del Trentino sia un’eccezionale opportunità per spingere i giovani nel nuovo universo lavorativo, cercando di far comprendere loro in che modo la meccatronica possa migliorare la vita degli esseri umani da qui al futuro prossimo.

I vantaggi del progetto [PRO]M CAMP 2019

Ma i vantaggi del progetto [PRO]M CAMP 2019 non riguardano solo ed esclusivamente il mondo lavorativo. Già, perché essendo stato proposto direttamente per le scuole superiori il progetto ha dei risvolti positivi anche in ottica universitaria. Trattandosi di un’iniziativa innovativa, in grado di guardare al futuro con occhi nuovi, [PRO]M CAMP 2019 diviene un biglietto da visita di eccezionale valore per l’eventuale ingresso in università. Oltre a fornire maggiori competenze direttamente nell’ambito della meccatronica, il progetto diviene utile anche per assimilare tutte le nozioni riguardanti la vita nei laboratori specialistici e di ricerca, consentendo quindi a tutti gli studenti aderenti di portarsi notevolmente avanti con la conoscenza delle nuove tecnologie.

Insomma, [PRO]M CAMP 2019 rappresenta solamente una delle tante, svariate iniziative capaci di creare forti sinergie tra il mondo della scuola e del lavoro, il tutto al fine di migliorare il rapporto tra due realtà differenti ma sempre più interconnesse. E chissà che il progetto in questione non possa fungere da ispirazione per nuovi studenti o docenti scolastici, così da poter mettere in pratica nuove idee da sviluppare in un ambiente sempre più florido.

Avatar

Redazione RFID.it

Gli articoli scritti a più mani, ovvero elaborati da tutta la redazione di RFID.it