Cos’è il Bluetooth Low Energy

Commercializzato anche come Bluetooth Smart, Il Bluetooth Low Energy (o BLE) è stato introdotto nelle specifiche Bluetooth 4.0 come alternativa al Bluetooth Classico.

Come il suo predecessore, la tecnologia BLE utilizza una tecnologia wireless basata su una frequenza radio, nella banda libera dei 2,4 GHz al fine di connettere tra loro dispositivi vicini.

Bluetooth Classic VS Low Energy

La principale differenza con il Bluetooth Classico, come si può dedurre facilmente dal nome, è il ridotto consumo energetico. Infatti, per il BLE, il bit rate è di 1 Mbit/s (con un’opzione di 2 Mbit/s nel Bluetooth 5) e la potenza di trasmissione massima è di 10 mW (100 mW nel Bluetooth 5). Questo significa che la potenza utilizzata è meno della metà rispetto a prima.

Il Bluetooth Low Energy è stato presentato per la prima volta nel 2004, a seguito di un progetto di ricerca di Nokia. Il primo smartphone dotato di Bluetooth 4.0 è stato l’iPhone 4S, nell’ottobre 2011, a cui ne sono seguiti molti altri. Oggi, praticamente tutti i nuovi smartphone sono dotati di Bluetooth 4.0 o superiori.

Leggi qui tutte le news relative al Bluetooth Low Energy

BLE e Internet of Things

Il BLE è una delle principali tecnologie che rendono possibile l’Internet of Things (IoT). Ad esempio, moltissimi dispositivi connessi a Internet utilizzati per l’assistenza sanitaria personale, il fitness, lo sport, l’intrattenimento e la localizzazione ora utilizzano il Bluetooth LE per comunicare con smartphone e tablet, inclusi iPhone, telefoni Android, Windows e BlackBerry. Si stima che nel 2018 i dispositivi dotati di Bluetooth siano quasi 4 miliardi: per la lista completa dei device, clicca qui.

La durata della batteria di questi dispositivi dipende da vari fattori: dall’hardware, dalla distanza di trasmissione e dal ciclo di lavoro. In generale, la durata è stimata in un range da 1 a 40 mesi. Ad esempio, un iBeacon – un dispositivo che emette impulsi Bluetooth periodici per consentire la localizzazione – potrebbe facilmente funzionare per un paio di anni prima che la batteria si scarichi.

Il BLE è interessante per l’elettronica di consumo e per i produttori di macchine connesse a Internet a causa del basso costo, della lunga durata della batteria e della facilità di implementazione. Dai termometri e dai cardiofrequenzimetri, dagli smartwatch ai sensori di prossimità, il Bluetooth Low Energy facilita la trasmissione di dati wireless a corto raggio tra dispositivi, alimentata da una semplice una batteria per orologi.

Foto di Jona Nalder su Flickr, modificata