Collaborazione tra Microsoft e NXP per un mondo smart e connesso

NXP, colosso internazionale nella produzione di semiconduttori e componenti elettronici, soprattutto in ambito RFID, non smette di progettare protocolli e sistemi in rete capaci di migliorare sensibilmente l’esperienza di navigazione su internet da parte degli utenti connessi in rete. Dallo sviluppo di nuovi software, passando per la progettazione di inediti protocolli interconnessi, fino ad arrivare ad una continua e crescente collaborazione con altre aziende informatiche allo scopo di rendere implementare comandi vocali avanzati, il lavoro dell’azienda dei Paesi Bassi, nata da una costola di Philips, è incessante e sempre pronto a stravolgere i canoni della tecnologia del nuovo millennio.

Dall’efficienza del microprocessore alla flessibilità del comando vocale

Fin dai primi anni di attività sul mercato, i responsabili NXP hanno quotidianamente sperimentato inedite alternative volte a migliorare l’esperienza degli utenti che fanno uso della tecnologia ogni giorno. Specie nell’ultimo periodo, dove il settore informatico ha dimostrato di avere davanti un futuro enorme sotto tutti i punti di vista, si è data importanza alla realizzazione di microprocessori di ultima generazione, aventi un potenziale tecnico piuttosto elevato. Non a caso, da molti anni NXP è il principale produttore di chip NFC e uno dei più importanti per quanto riguarda il settore RFID UHF. Tra i chip più famosi, ricordiamo quelli con il marchio MIFARE, diffuso in tutto il mondo da oltre 25 anni, e il chip UCODE, uno dei più avanzati in ambito UHF.

Allo scopo di fornire alle persone connesse in rete strumenti aggiuntivi, implementati adeguatamente alle trovate tecnologiche brevettate antecedentemente, si è cercato poi di stringere rapporti di collaborazione con numerose aziende del settore, in ogni momento pronte a confrontarsi, crescere insieme ed allargare i propri confini in ambito nazionale ed internazionale. Un’attenzione particolare è stata prestata durante la progettazione del nuovo comando vocale, reso ancora più flessibile e intelligente rispetto a quello già implementato nelle app per smartphone, tablet e computer del passato.

La collaborazione con Microsoft e il Cloud

I professionisti NXP hanno avviato una collaborazione con il colosso statunitense Microsoft, da anni leader nella progettazione di software, nonché del sistema operativo desktop più utilizzato al mondo.

Nell’ottica della progettazione avanzata di nuovi comandi vocali, è stato preso in considerazione nuovamente il Cloud, in qualità di tassello tecnologico fondamentale che consente le implementazioni necessarie affinché le nuove scoperte in campo informatico possano trovare un loro pieno punto d’approdo. Dal semplice partenariato con il colosso americano si è giunti a sperimentare un nuovo servizio Cloud integrato per ottenere il massimo delle prestazioni durante il rilevamento vocale. La capacità di interagire al meglio con il cloud computing è giunta così ad un ottimo livello.

L’elaborazione del linguaggio nel pieno della sicurezza e della privacy

La nuova piattaforma di comando vocale è stata resa essenziale nella sua principale funzione e migliorata seguendo alcuni standard legati all’elaborazione del linguaggio che avviene in maniera sempre più naturale ed automatica. Tutto questo grazie alla capacità di calcolo dei microprocessori presenti all’interno dei dispositivi informatici, sempre più rapida ed efficiente alla luce delle ultime innovazioni in campo scientifico-tecnologico. La lingua parlata, infine, viene rapidamente assimilata dal processore che la elabora in modo tale da percepire ciò che dice l’utente, salvaguardando la sua privacy e la sua sicurezza sul web.

Francesco Fusco

Francesco Fusco

Da sempre appassionato di informatica, economia e tecnologia, con particolare predilezione per NFC, UHF e blockchain.

Lascia un commento